Favole Fuorilegge – Nicolai Lilin

“Quando hai attaccato la mia terra, sei venuto forse a chiedermi il permesso? E dopo il tuo gesto avrei dovuto consultarti per sapere in quale modo avresti preferito essere ucciso? La battaglia ha delle regole se sono concordate da ambo le parti, ma se viene imposta, si combatte con ogni mezzo e in ogni maniera…

Continua a leggere

La Cucina Totalitaria – Wladimir Kaminer

Il popolo armeno è celebre per l’ospitalità strabordante, la sua cultura vecchia di tremila anni e la cucina ricca di tradizione. Non per niente dopo il diluvio Noè scese dall’arca sul monte Ararat, facendo dell’Armenia la culla dell’umanità. A dispetto, o forse proprio a causa, di queste qualità, il paese è stato assalito fin dalla…

Continua a leggere

Solaris – Stanislaw Lem

– Ci consideriamo i cavalieri del Santo Contatto, e questa è la menzogna numero due: la verità è che cerchiamo soltanto la gente. Non abbiamo bisogno di altri mondi, ma di specchi. Degli altri mondi non sappiamo che farcene, quello che abbiamo ci basta e ci avanza. In alcuni pianeti speriamo di trovare il modello…

Continua a leggere

Tutto scorre – Vasilij Grossman

Giunto alla stazione, Ivan Grigor’evic sentì che ormai non aveva più senso vagabondare per le vie di Leningrado. Rimase piantato nel mezzo dell’alto e freddo edificio, concentrato in se stesso. E forse, a chi passava accanto a quel vecchio accigliato, gli occhiali alla nera lavagna degli orari, sarà capitato di pensare: eccolo là al bivio,…

Continua a leggere

L’eta Inquieta – Anna Starobinec (part 2 – fine)

Sto camminando per uno stretto, maleodorante sentiero tra le baracche. Le baracche, non so per quale motivo, sono quasi tutte verdi, solo ogni tanto ce n’è qualcuna color marrone scuro. Sto attento a non sfiorarne con le spalle le pareti: sono tutte coperte da uno strato di sostanza viscida, giallastra, e di sterco di uccelli,…

Continua a leggere

L’età inquieta – Anna Starobinec (part 1)

Soltanto qualche anno più tardi Marina si rese conto che quel giorno, una domenica d’agosto dal sole accecante, era stato l’ultimo giorno bello della loro vita. Non proprio felice, semplicemente bello. Quel giorno loro tre passeggiavano nel bosco, lei quasi si rallegrava di avere comprato un appartamento a Jasenevo (in quale altro posto, a Mosca,…

Continua a leggere

I Racconti di Belzebù a suo nipote – Georges I. Gurdjieff

1 Il Risveglio del Pensiero Fra tutte le convinzioni formatesi nella mia “presenza integrale” durante la mia vita responsabile, ordinata in modo piuttosto singolare, ce n’è una incrollabile secondo cui tutti gli uomini – qualunque grado di sviluppo abbia raggiunto la loro comprensione, e qualunque forma di manifestazione abbiano assunto i fattori che suscitano ideali…

Continua a leggere