Poirot e la strage degli innocenti – Agatha Christie

In un appartamento di Londra squillò il telefono. Il proprietario dell’appartamento, Hercule Poirot, si agitò nella sua poltrona. Era profondamente deluso. Prima ancora di rispondere, conosceva il messaggio che quella telefonata gli avrebbe portato. Il suo amico Solly, col quale avrebbe dovuto trascorrere la serata, riprendendo la loro inesauribile discussione sull’identità dell’assassino nel caso del…

Continua a leggere

“La Saga di Liyahla – Il Viaggio” di Silvia Mega

Premessa: BookABook è un sito di crowdfunding letterario. Per saperne di più cliccami. “LA SAGA DI LIYAHLA – IL VIAGGIO” di Silvia Mega Leoh è l’ultimo sopravvissuto della sua Famiglia e custode di un antico e potente medaglione, per il quale è disposto a dare la vita. Celine è un’orfana, vive da sola nel mezzo della…

Continua a leggere

Il Giardiniere – Rabindranath Tagore

XXV “Vieni, giovane, e dimmi perché i tuoi occhi hanno uno sguardo di follia?” “Non so qual vino di papavero selvatico ho bevuto, per aver follia nei miei occhi.” “Vergogna!” “Ebbene, vi son dei saggi e degli sciocchi, de prudenti e degli spensierati. Vi sono occhi che ridono e occhi che piangono –  e la…

Continua a leggere

Pétronille – Amélie Nothomb

L’ebrezza non si improvvisa. Rientra nel campo dell’arte, che esige talento e cura. Bere a caso non porta da nessuna parte. Se la prima sbornia il più delle volte ha del miracoloso, dipende unicamente dalla nota fortuna del principiante: situazione che, per definizione, non si ripeterà. pag. 7 TITOLO: Pétronille  AUTORE: Amélie Nothomb TRADUTTORE: Monica…

Continua a leggere

L’apicoltore – Maxence Fermine

Imboccata la strada per Marsiglia, Aurélien Rochefer camminava di buona lena verso la terra dei propri sogni. Verso l’Abissinia. Nel libro, aveva letto che in Abissinia era ancora possibile fare fortuna stacciando il suolo. Quel paese, dicevano, custodiva terre vaste e ricche quanto la California. Aurélien non aveva chiaro in mente cosa andasse a cercare…

Continua a leggere

La Cucina Totalitaria – Wladimir Kaminer

Il popolo armeno è celebre per l’ospitalità strabordante, la sua cultura vecchia di tremila anni e la cucina ricca di tradizione. Non per niente dopo il diluvio Noè scese dall’arca sul monte Ararat, facendo dell’Armenia la culla dell’umanità. A dispetto, o forse proprio a causa, di queste qualità, il paese è stato assalito fin dalla…

Continua a leggere

Pagine Nomadi – Igort

Dopo la caduta dell’URSS l’uso della parola compagno (tovarich) è venuta meno. Dato che sarebbe maleducato dare del tu a qualcuno che non si conosce, è entrato nell’uso comune MUSHINA (uomo), o SENSHINA (donna) semplicemente. Se parli con qualcuno gli dici uomo, a che ora chiudono i negozi, o per esempio: donna, dove si trova…

Continua a leggere

Solaris – Stanislaw Lem

– Ci consideriamo i cavalieri del Santo Contatto, e questa è la menzogna numero due: la verità è che cerchiamo soltanto la gente. Non abbiamo bisogno di altri mondi, ma di specchi. Degli altri mondi non sappiamo che farcene, quello che abbiamo ci basta e ci avanza. In alcuni pianeti speriamo di trovare il modello…

Continua a leggere

Il Gene del Dubbio – Nicos Panayotopoulos

Trovai altrettanto ridicolo che di fronte ai suoi quadri si soffermassero estasiate quelle stesse persone che prima vi passavano accanto frettolose per andare a prendere il treno. Coloro che allora incitavano i poliziotti a gonfiarlo di botte perché sgombrasse il marciapiede da quel ciarpame, adesso si scontravano con gli uomini della sua scorta personale per…

Continua a leggere