Agosto, io e l’autunno che arriva

Un altro mese se ne è andato e siamo ancora qua. Anzi, sono, visto che Lidia è tornata in patria qualche giorno fa, lasciandomi finalmente il letto matrimoniale libero. Scherzi a parte, fa strano essere da sola in stanza dopo averla condivisa con una persona per due mesi. Ad ogni modo, la promessa è che andrò a Genova a trovarla e a fare la turista, scansando l’Acquario (dovrebbero darmi il biglietto omaggio per tutte le volte che ci sono stata).

Cosa mai sarà successo di così eccitante durante l’ultimo mese d’estate? Beh abbiamo messo (quasi) nero su bianco che l’anno prossimo tornerò a lavorare qui, con una differenza, sarò in Scozia da Marzo fino a Novembre. Ho già il magone, andiamo bene. Abbiamo avuto modo di passare delle belle serate con i nostri colleghi e siamo state raggiunte da una ragazza americana, Clarissa.

Lunedì io e Lidia siamo andate ad Edinburgh, una specie di piccola gita. Ci siamo comportate come delle vere turiste (il termine non è stato scelto a caso). Siamo andate da Starbucks (perché dopo 4 ore di autobus preso alle 6.45 avevamo bisogno di un caffè e di una coccola) e poi da Primark (perché… si). Pranzo dal cinese all you can eat (sono uscita con il cibo fuori dagli occhi). Dopo aver sbrigato una faccenda burocratica (che poi è il motivo per il quale siamo andate ad Edinburgh) abbiamo deciso di fare le brave e di andare alla National Gallery. Purtroppo le sale con l’arte gotica e rinascimentale erano chiuse ma abbiamo ammirato alcuni dipinti impressionisti. Credo non ci sia niente di meglio di una bella visita al museo, soprattutto quando è gratis.

Siamo tornate ad Inverness alle 11 di sera. Stanche, sconvolte, ma contente.

Ho deciso di ri-iniziare a scrivere articoli in inglese sul sito Vocal, è un modo utile per tenersi allenati con la lingue e con la scrittura. Per adesso tradurrò qualche articolo del blog, poi vedremo.

Devo fare una confessione: non vedo l’ora che sia Novembre. Non solo perché finalmente andrò in Islanda, ma anche perché tornerò in Italia e rivedrò amici e famiglia.

Comunque qua già si sente l’autunno: gli alberi stanno cambiando colore, Starbucks ha tirato fuori il pumpkin spice latte e il vento sta diventando sempre più freddo. Adoro questo periodo dell’anno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...