Shopping & Road-Trip

Cribbio, è già passato un altro mese! Raga qua il tempo vola anche troppo velocemente.

Che dire, sta andando tutto abbastanza bene, fra il b&b e il food truck riesco a trovare un po’ di tempo per me stessa (ovvero stare a letto e leggere o giocare al pc).

Vorrei avere più cose da scrivere sul blog (in realtà mi vengono spesso in mente cose che potrei scrivere, ma sono sempre a lavoro quindi ciccia), ma sovente mi ritrovo a fissare la schermata bianca con la faccia di una triglia lessa.

Però posso raccontarvi della gita che abbiamo fatto la settimana scorsa e dei passati acquisti ad Inverness. Cominciamo con questi ultimi, così una volta fatto non ci si pensa più.

Ho comprato altri due libri (lo so, sono malata) ma uno è per mia madre quindi sono scusata, ho anche pensato bene di acquistare il trivia di Harry Potter (e ho fatto il sedere a strisce a Lidia ben 3 volte muahahah) ed infine ho comprato il regalo di Natale per mia cugina. Insomma, tutte cose più o meno necessarie. Il libro che ho comprato per me l’ho presa dalla libreria di libri usati che sta in centro e che ovviamente è il mio posto preferito.

Ah, mentre eravamo in giro a fare shopping siamo andate anche alla Lush dove abbiamo incontrato la commessa italiana che non aveva capito la nostra nazionalità e stava parlando del sole (e del CALDO) come se fosse una cosa bellissima perché “I’m italian and I’m not used to the cold weather of Scotland” al che la scena diventa assurda: noi che IN INGLESE le diciamo che anche noi siamo italiane e allora tutte e tre via a parlare in italiano con accento INGLESE senza motivo. Comunque è una ragazza dolcissima e sicuramente tornerò in negozio anche solo per salutarla (e per comprare qualcosa, ovviamente).

Dopo lo shopping siamo andate con Charlotte e Pam a vedere “Mamma mia! 2” al cinema. Esperienza fantastica, anche se mi ha fatto strano vedere la cassa automatica per i biglietti, che sono triste. Anyway, il film è fantastico ed è stato come un lungo sing-along di due ore.

IMG_20180723_162956
Church Street
IMG_20180723_184051
Il Ness visto dalla collina del Castello
IMG_20180723_184407
Il Castello di Inverness con la statua di Flora MacDoland
IMG_20180723_152911
Quello che probabilmente mi comprerò prima di tornare a casa: l’ennesimo gioco da tavolo

Il giorno dopo ci siamo date all’esplorazione facendo una camminata nelle colline che circondano il villaggio. Il percorso era molto simile alla camminata che ho fatto con Silvia a Marzo, ma questa volta siamo arrivate in cima alla collina e abbiamo visto il Loch dall’alto. Una bella camminata in una giornata che definirei calda per gli standard locali.

 

Mercoledì invece ci siamo date all’avventura con Dick come guida. Siamo andate alla scoperta della costa ovest delle highlands. Che dire, un paesaggio magico. La prima tappa è stato il villaggio marittimo di Plockton dove abbiamo mangiato all’omonimo Hotel. Dopo pranzo siamo andate al molo e abbiamo fatto un giro sul traghetto per vedere le foche, che carucce! Tutte ammassate sugli scogli con i loro piccoli, fantastico. Abbiamo anche visto l’isolotto che (secondo quanto detto dalla nostra guida) ha ispirato Barrie per il suo Peter Pan, anzi aggiusto il tiro, è l’isola che gli ha dato l’ispirazione per L’ISOLA di Peter Pan, l’isola dei bimbi sperduti.

In effetti c’è addirittura un’insenatura che potrebbe essere adatta per farci stare una nave di pirati, e ci sono anche gli scogli per le sirene… ok mi sto immedesimando troppo.

DSC00559

DSC00568

DSC00570

Dopo ci siamo diretti verso Eilean Castle, famoso per essere uno dei più fotografati della Scozia (dopo quello di Edimburgo, da quello che ho visto su internet) anche detto “Quello del mio sfondo sul pc!” e si… mi faccio tristezza da sola.

Non siamo entrate perché 1) no money 2) le foto migliori vengono dall’esterno e comunque è vietato fare foto all’interno del castello 3) TIME TIME TIME.

DSC00602

Dopo questa breve sosta fotografica siamo andati dritti verso il piccolo molo di Glenelg dove abbiamo preso il traghetto per Skye. Piccola chicca del piccolo molo: c’è un piccolo faro (tutto piccolo) dove si possono acquistare souvenirs e bevande calde MA non c’e nessuno a prendere i soldi, per gli oggetti c’è l’offerta libera mentre per il cibo/bevande si deve consultare il listino appeso alla parete poi si lasciano i soldi nella cassetta e se c’è bisogno del resto basta chiedere al personale del traghetto. Io ovviamente ho preso uno sticker che andrà ad abbellire la mia valigia.

Non ho fatto foto sull’isola perché l’abbiamo vista solo in macchina. Quello che ho visto però ragazzi, mentre percorrevamo la strada che ci ha portati poi alla A87 (direzione Iverness) è stato bellissimo. Niente case, solo natura, solo verde, solo paesaggio sterminato e bellissimo, con il fiume che scorreva in mezzo alla valle in uno scenario che sembrava molto Il Signore degli Anelli. Devo sicuramente tornarci.

Come detto poco sopra, abbiamo da li ripreso la A87 e siamo tornate a casa. Stanche per i road-trip ma appagate da una bella gita in giro per le terre semi-selvagge delle Highlands dell’Ovest.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...