#MeToo Project – Capitolo 02

Come quella volta che avevo 10 anni e un tizio sconosciuto si è infilato in ascensore con me e mi ha chiesto se poteva prendermi in braccio, e quando sono riuscita a richiudere la porta dell’ascensore lasciandolo fuori anche se aveva detto di essersi sbagliato di piano, l’ ho visto sbattere con rabbia le mani sulla porta, mentre io salivo verso casa terrorizzata.

O quella volta che strada un ragazzino voleva vendermi un pacchetto di fazzoletti di carta, e al mio no insistette allungando una mano per accarezzarmi il seno…

condivisa da A.

Giusto per essere chiari, il progetto #MeToo nasce su questo sito  https://www.themetooproject.org quindi non è una mia idea originale. Tanto per capirci.

Quello che faccio io, nel mio piccolo, è raccogliere le esperienza di ragazz* che hanno subito abusi verbali e non solo. Perché lo faccio? Perché la cosa più importante da far capire a queste persone, secondo me, è che non sono sole. C’è sempre qualcuno disposto ad ascoltare, capire. La condivisione è importante, anche quando fa male.

Grazie

 

_98366550_d0bce06d-02a2-4aec-8c46-369f542a3cf2
@TARAOBRIENILLUSTRATION
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...