ALICE CHIMERA: recensione “Lupus occulta – La femmina Alpha” di Morgan Cavendish e Lyanna Wolfe

LINK ALL’ORIGINALE

Lupus Occulta Cover II

Recensione: Io che non ho mai digerito i Licantropi, dopo questo libro, ho dovuto ricredermi!

Maya ha un matrimonio monotono scandito solo dai capricci del marito. È grazie ad uno di questi che può diventare la proprietaria di un libreria, dove quasi per caso assume Sophia; le due donne, che hanno un passato diverso, ma con un segreto comune, dovranno affrontare il misterioso Damien e la sua insistenza per il libro “Lupus Occulta”.

Sono sincera, il licantropo come personaggio fantastico non mi ha mai attirato più di tanto, l’ho sempre trovato scomodo alla lettura (insomma io sono una che cede il suo cuore e la sua lettura al classico Vampiro), con Lupus Occulta mi sono dovuta rimangiare questa convinzione.

Partiamo dal fatto che le autrici costruiscono due personaggi femminili molto diverse tra loro, sia come background, sia come carattere: Maya è repressa e infelice, mentre Sophie è una donna determinata che mette sempre prima le persone che ama. A loro si contrappongono Damien e Gage, due licantropi dal carattere opposto e molto complesso. Inutile dire che il lettore prenderà subito una strada ben precisa: o quella di Maya o quella di Sophie, a mio parere non si può non sentirsi legata ad entrambe (a mio parere) e quindi, si finisce per schierarsi alla storia ad essa legata.

Lo stile con cui è scritto il romanzo è un po’ alternativo: ci sono alcune premesse che forse mettono troppa carne al fuoco (l’introduzione a mio parere poteva essere giocata diversamente), certo c’è bisogno di conoscere quanto le autrici vogliono dirci, ma avrei preferito che fossero sparse nel volume in modo da dare più mistero e suspense al storia, in ogni caso non è una cosa che comprometta la lettura.

“Lupus Occulta – La femmina Alpha” è il primo libro di quattro volumi, ed è già chiaro che la storia è forte e per quanto giochi a carte scoperte, ci sono davvero ancora tante cose da scoprire. Per essere un libro comprato più d’impulso (come sempre ho seguito il cuore e non copertina e sinossi), si è rivelato un autentico successo, divorato in pochi giorni (se non lavorassi sarebbero state poche ore) grazie alla trama e alla rocambolesca serie di eventi, mi ha letteralmente stregato.

Se pensate che la mia passione per questo libro sia scaturita unicamente dalla componente romantica o dai personaggi creati, vi sbagliate di grosso. Sebbene ripeto ci siano delle imperfezioni nello stile narrativo (che a mio parere ha solo bisogno di crescere), sono rimasta molto colpita da come sia stato creato questo mondo Lican: prima di tutto devo enunciare la cura delle nelle ricerche botaniche, erbe e veleni sono un’ottima componente e se ci si sofferma a verificare quanto scritto non sono cavolate messe lì per “decorare” le scene, e poi ci sono le componenti delle casate Licantrope, le controparti antagoniste (niente spoiler quindi non vi dico nulla), insomma c’è una cura nel dare una sera collocazione alla storia, cosa che in molti romanzi sembra essere solo lo sfondo obbligatorio ad una cartolina.

In definitiva, sono rimasta davvero colpita da questa storia, voglio leggere quanto prima di Maya (è lei la mia femmina Alpha) e scoprire qualcosa in più su Gage. Confermo quattro stelle, alla quinta manca davvero poco, e spero che con il tempo le autrici riescano ad affinare la loro splendida dote: hanno una grande fantasia e stanno creando dei personaggi bellissimi, quindi non gli resta altro che studiare un poco per definire con più cura la narrazione.

Mi sento di consigliarlo a tutte le amanti del genere Urban Fantasy Romance. Questo è uno di quei libri che prende la figura fantastica classica del licantropo e riesce a creare un mondo e delle storie che lasciano qualcosa al lettore. Se ancora non conoscevate questo libro date almeno un occhio alla sinossi. Lasciatevi andare, perché questo libro è in grado di raccontare una bella storia e soprattutto legarvi a essa. Non cercate di accostarlo al tormentone letterario del momento, Lupus Occulta è fuori ogni schema!

Annunci

Un pensiero su “ALICE CHIMERA: recensione “Lupus occulta – La femmina Alpha” di Morgan Cavendish e Lyanna Wolfe

  1. Pingback: LUPUS OCCULTA – LA FEMMINA ALPHA | Diary Project

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...