24 Giorni con “Il Mago di Oz” – Capitolo I° “Il Ciclone”

Dorothy abitava in mezzo alle grandi pianure del Kansas, con lo Zio Henry, che faceva il fattore, e la Zia Em, che faceva la moglie del fattore. La casa era piccola, perché la legna per costruirla l’avevano dovuta portare col carro, da molto lontano. C’erano quattro pareti, un pavimento e un tetto, dal che risultava una stanza; e questa conteneva un fornello arrugginito, un armadio per i piatti, un tavolo, treo o quattro sedie, e i letti. Lo zio Henry e la Zia Em avevano un letto grande in un angolo, e Dorothy un letto piccolo in un altro angolo. Non c’erano soffitta né cantina – c’era soltanto una piccola buca scavata nella terra e chiamata cantina da ciclone, per dare rifugio alla famiglia nel caso di una di quelle bufere di vento, tanto forti da chiantare qualsiasi edificio. Era una buca stretta e buia, e ci si arrivava attraverso una botola in mezzo al pavimento, e una scala di pioli.

cover1-v2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...