Il Paese delle Prugne Verdi – Herta Muller

SE stiamo in silenzio, mettiamo in imbarazzo, diceva Edgar, se parliamo, diventiamo ridicoli. Sedevamo da troppo tempo davanti alle foto sul pavimento. A forza di sedere, le mie gambe si erano addormentate.

Schiacciavamo tante cose con le parole in bocca quanto coi piedi nel prato. Ma anche col silenzio.

Edgar taceva.

Non riesco a immaginarmi alcuna tomba, oggi. Solo una cintura, una finestra, una noce e una fune. Ogni morte per me è come un sacco.

Se lo sento qualcuno, diceva Edgar, ti prende per pazza.

E quando ci penso, è come se ogni morto si lasciasse alle spalle un sacco di parole. Mi vengono sempre in mente il barbiere e le forbici, perché i morti non li utilizzano più. E il fatto che i morti non perdono un bottone.

Forse sentivano, diversamente da noi, che un dittatore è un errore, diceva Edgar. Ne avevano la prova, perché anche noi eravamo un errore per noi stesso. Poiché in questo paese dovevamo camminare, mangiare, dormire e amare qualcuno nella paura, finché utilizzavamo ancora il barbiere e le forbici.

pag. 11

TITOLO: Il Paese delle Prugne Verdi phpThumb_generated_thumbnailjpg

AUTORE: Herta Muller

TRADUTTORE: Alessandra Henke

EDITORE: Keller

PAGINE: 254

COSTO: 16 €

“Scrivendo, non dimenticare la data e metti sempre un capello nella lettera, disse Edgar. Se dentro non c’è, vuol dire che la lettera è stata aperta.

Singoli capelli, pensai tra me, sui treni, attraverso il paese. Un capelli scuro di Edgar, uno chiaro, mio. Uno rosso di Kurt e Georg. Entrambi venivano soprannominati dagli studenti ragazzi d’oro. Per l’interrogatorio una frase con forbici per unghie, disse Kurt, per la perquisizione una frase con scarpe, per il pedinamento una frase con raffreddato. Dopo il titolo sempre un punto esclamativo, per una minaccia di morte solo una virgola.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...