Il Verificazionista – Donald Antrim

Le cene a base di pancake erano state una mia idea. Il progetto, per come me l’ero immaginato, era abbastanza innocente: incontri rispettosi e informali, uno all’inizio della primavera, qualche giorno prima di Pasqua, e un altro dopo il Festival del Castoro di Vimini, intorno alla fine di ottobre, tutti gli analisti docenti riuniti come amici, a bere tazze di caffè rabboccate a oltranza, condividendo pareri e impressioni sui vari esaminandi dell’Istituto, sulle crisi o sui progressi dei pazienti che seguivamo nei nostri studi privati, su nuove idee relative alla missione apparentemente infinita di riconciliare la metapsicologia classica con la nostra particolare branca della teoria dell’attrito fra Sé e Altro. Era mia opinione che l’atmosfera di queste serate a base di pancake andasse mantenuta lieve, motivo per cui aveva scelto, anziché quel nuovo, costosissimo ristorante di Woodrow Avenue specializzato in colazioni – Jane diceva meraviglie della cucina, ma io non ci aveva mai messo piede, per ragioni probabilmente irrilevanti nel contesto della presente discussione – la più modesta, nonché aperta tutta la notte, Pancake House & Bar di Eureka Drive, molto oltre lo stabilimento tipografico, sul fianco perigliosamente scosceso della collina che porta al nostro celebre ponte coperto e, al di là di quello, al campo di volo abbandonato e invaso dalla vegetazione.

pag. 5

71O8juKGLUL._SL1314_

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...