I Tessitori di Sogni – Patti Smith (3 – fine)

Non ho mai conosciuto le mie nonne, dato che sono morte entrambe piuttosto giovani, l’anno prima che nascessi. Jessie Smith era una merlettaia, suonava l’arpa e dopo una lunga malattia di spense la Domenica delle Palme. Marguerite Williams, la madre di mia madre, suonava il mandolino. Era, a detta di tutti, un esserino allegro, anche se affetta da una forma di pazzia, e morì sola in manicomio.

pag. 91

Cosa facciamo, Grande Barrymore?

Vacilliamo.

Cosa facciamo, umile monaco?

Siamo di buon cuore.

pag. 108

I tessitori di sogni