L’Ultimo Lupo Mannaro – Glen Duncan

“Dovremmo viaggiare separati” dissi senza troppa convinzione.

“Non dire sciocchezze.”

“Non ti hanno ancora individuata. Se arrivano a te per colpa…”

“Quei giorni sono finiti. Adesso siamo io e te, insieme. E basta.”

Per quanto ridicolo possa sembrare, so già che non arriverà mai il momento in cui accarezzarla non funzionerà più come palliativo contro la certezza della morte. La sensazione di stringere la sua vita tra i palmi delle mie mani è fatta di quella profonda geometria che ti porta indietro, o avanti, oltre le incarnazioni accidentali, nel regno degli elementi, nel regno dell’anima, verrebbe voglia di dire, consapevoli di sconfinare nella demenza. Tenerla tra le braccia è la bellezza-verità di Keats. Non so cosa farmene. So che non devo farne niente. Solo viverci dentro e lasciare che porti quello che deve portare.

“Possiamo aspettare una mezz’oretta” dissi spostando le mani sulla soda convessità del suo sedere.

“Sarà sempre così?”

“Non lo so.”

“Sbrigati” disse. “Facciamo una cosa rapida allora. Ma non risparmiarmi. Per favore.”

(pag. 305)

TITOLO: L’Ultimo Lupo Mannaro 9

AUTORE: Glen Duncan

TRADUTTORE: Tomaso Biancardi

EDITORE: ISBN Edizioni

PAGINE: 479

COSTO: 12,00 euro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...