Haruki Murakami – Tutti i figli di Dio danzano

A Kushiro non c’era neve fresca. Quella vecchia era ammassata ai lati delle strade, gelata e sudicia, come parole destituite di senso.

(pag. 13)

– Però che razza di gusti! Cosa c’è di tanto divertente a fare un fuoco? –

– Cosa c’è di tanto divertente nei Pearl Jam? Fanno solo un gran casino – replicò Junko.

– In tutto il mondo i Pearl Jam hanno più di dieci milioni di fan –

– I fan dei fuochi all’aperto esistono da almeno cinquantamila anni –

– Vabbé, un punto a tuo favore – ammise Keisuke.

(pag. 26)

haruki-murakami-tutti-i-figli-di-dio-danzano

Un suo amico raccontava che quando soffriva per i postumi di una sbornia, si metteva sempre a guardare alla TV i talk show del mattino. Diceva che gli bastava sentire le voci esagitate, da caccia alle streghe, dei conduttori, per rigettare quello che gli era rimasto nello stomaco dalla sera prima.

(pag. 48)

– Presto farà un sogno, un sogno in cui apparirà un gran serpente. Il serpente verrà fuori piano piano da un buco nel muro. Un serpente verde, tutto ricoperto di squame. Quando sarà venuto fuori di almeno un metro, lei dovrà afferrarlo per il collo. Tenerlo stretto e non lasciarlo andare. Avrà un aspetto spaventoso, ma è innocuo. Perciò non dovrà avere paura. Lo tenga ben stretto con tutt’e due le mani. Lo stringa più forte che può, pensando che è la sua vita. Dovrà tenerlo stretto fino a quando non si sveglierà. Quel serpente ingoierà la sua pietra. –

(pag. 88)

HM-After_the_Quake_USA

– Vorrei mettere subito in chiaro una cosa: non ho alcuna antipatia o risentimento personali nei confronti del Gran Lombrico. E tantomeno lo considero un’incarnazione del Male. Non arrivo a pensare che lo vorrei come amico, ma da un certo punto di vista l’esistenza di creature come lui fa parte del gioco.

(pag. 103)

Ma almeno per il momento devo restare qui, a proteggere queste due donne. Non permetterò a nessuno, nessuno al mondo, di metterle in quella scatola strana. Neanche se il cielo dovesse cadere, neanche se la terra dovesse spaccarsi con un boato.

(pag. 154)

kaminokodomotachihaminaodorushinchobunko