Sette Storie di Sesso e Morte – Patricia Duncker

166726_10200829784216689_1534511709_n

Sono le vite delle donne il continente oscuro, non le nostre identità sessuate. I nostri corpi potete guardarli, con le gambe ben aperte, quando vi pare. I nostri corpi seguono un copione ingannevolmente semplice. Ma i nostri desideri, così spesso taciuti, sono fluidi, proteiformi, incostanti. Non possiamo essere misurate, non possiamo essere valutate. Le nostre vite interiori sono gli spazi nascosti. A volte, dentro, c’è un tenebroso vuote ritorto, un nero carnevale di forme e valori rudimentali. Ma altre volte c’è una chiara linea risoluta, aspra e scintillante come una ferrovia, un canto invisibile che si estende all’infinito. Nessuno sa cosa dia forma alle nostre vite interiori. Questi sono fatti nostri.

Cap.1: Il Persecutore