Prima di ri-partire

Non voglio pensarci. Domani riprendo con l’Università e ho studiato pochissimo. Voglio morire. Non è possibile che stia succedendo proprio a me. Ma perché? Voglio dire, non potevo nascere con la voglia di studiare dentro di me? No no no. OVVOVE! Ok rilassiamoci, la cosa bella è che l’esame c’è SOLO fra un mese! Solo! Ok respiriamo… non è che non voglio studiare, è che non riesco a restare concentrata! Non posso prendere un altro 18! Non voglio! Ne va del mio cazzutissimo orgoglio (che non ho, a dirla tutta).

Non posso nemmeno direi di essere stata sovrastata da impegni, a dire il vero sono stata sovrastata dalla pigrizia. Ecco perché per scrivere questo post ho impiegato due giorni e due ore. Tempo record per un mio post!

Bene, iniziamo a parlare di cose meno serie dei miei problemi esistenziali/universitari. Cominciamo col dire che ho passato una settimana piuttosto noiosa. Non perché non sia successo niente, ma perché non è successo niente di eccezionale, di fuori dall’ordinario. Voglio dire, analizziamo le giornate trascorse:

Lunedì: mattinata in casa e poi via! alla ricerca degli occhiali (che poi ho comprato!) e dopo un buon té con mammà.

Martedì: ho passato la giornata in casa… in casa…. in casa…. in casa… in casa… oddio!

Mercoledì: freedom! pepe pepe pepepe! a pranzo dalla nonna con tanto di zii e cuginetta e poi via! volarrreeee verso gli occhiali nuovi nuovi e poi ancora viiiaaaa verso una cioccolata calda calda!

Giovedì: mattina in casa, pomeriggio in casa, sera in casa

Venerdì: come sopra!

Sabato: mattina in casa pomeriggio in centro commerciale superaffollato! Ero circondata da tante persone, tante luci, tanti suoni… mi sentivo come un pezzo di carne in una vasca di squali… non è una bella sensazione! Alla fine sono fuggita causa giramento di testa!

Domenica: dopo il tradizionale pranzo dalla nonna, piacevole gita in centro con un’amica. Ho fatto il mio solito pellegrinaggio al negozio di fumetti dove ho comprato solo due fumetti (giusto per non lasciare cose in casella). Poi siamo andate (solite abitudinarie) in pizzeria e magnarci un mini calzone e una schiacciatina vuota… senza coca-cola perchè siamo a dieta u.u A dirla tutta questo è stato il giorno più bello della settimana.

 

Ok come vedete la mia settimana non è stata molto movimentata, anzi tutto il contrario. E da domani avrò sempre meno tempo per svagarmi. Però ripensandoci sono contenta di tornare a Bologna… almeno non sto in casa!

AMO QUESTO RAGAZZO!