Forse ma forse

Avere un progetto compiere non è cosa semplice, anzi! Talvolta mi soffermo a riflettere su ciò che sto facendo, su quello che ho fatto e su quello che dovrò fare. Ogni volta trovo delle correzioni da apporre. Frasi che avrei potuto dire, cose che avrei dovuto o potuto fare e così via. L’uomo è di per se un animale che ama rimuginare, dire a se stesso “avrei potuto”, insomma, rimandare al domani quei pensieri che sarebbero stati utili nell’immediato. Non c’è scampo, tutti noi abbiamo questo vizio e nemmeno il menefottismo, la cui maschera siamo in molti a vestire, può proteggerci da questi pensieri.

Pensieri senza utilità apparente, lo dice anche il proverbio che quel che è fatto è fatto. Allora perché insistiamo? Francamente sto ancora cercando una risposta adeguata per questa domanda. Forse lo facciamo nello scarso tentativo di insegnare a noi stessi a riflettere bene prima di agire, oppure lo facciamo sperando di non commettere lo stesso (immancabile) errore due volte. In entrambi i casi, i fallimenti sono lampanti. Rimuginare e rimuginare ancora, fino a chiedersi il perché di qualsiasi cosa. Come gli antichi filosofi greci e latini. Solo che l’uomo medio non si interroga sulle questioni ancestrali o profonde, l’uomo medio (moderno) pensa alla sfera personale e privata. Rimuginare su come, da giovane con grandi sogni, sia diventato un uomo di mezza età arido e disincantato. Questo nella migliore delle ipotesi, nella peggiore l’uomo medio rimuginerà sul perché il signor Nussuno del Big Brother sia stato buttato fuori dalla Casa… forse avrebbe dovuto votare più volte!
Come si dice “sic transit gloria mundi”.

ps questo post l’ho scritto in treno mentre tornavo da Bologna!

Annunci

Un pensiero su “Forse ma forse

  1. Bella la tua riflessione. Effettivamente è vero quello che hai scritto e penso che il continuo rimugunare sulle scelte e sulle situazione sia dovuto principalmente all’insicurezza di base che caratterizza l’essere umano ed un po’ anche alla paura del futuro. Quello che potrebbe accadere e che non conosciamo è sempre fonte di preoccupazione e quindi per tentare di stare più tranquilli si tende ad analizzare le cose da tutte le angolazioni per tentare di “tappare” le eventuali falle. Questo comportamento, di fronte all’imprevedibilità della vita, può risultare perfettamente inutile ma è un atteggiamento a cui non riusciamo a resistere e “forse ma forse” solo il fatto che ci impegnamo in questi ragionamenti potrebbe aiutarci a far si che certi progetti abbiano successo.

    Un saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...